I colori di Symi: perché fermarsi molto di più di una gita in giornata

Se siete stati almeno una volta a Rodi o se sfogliate spesso degli album di fotografie della Grecia, è impossibile non aver visto almeno una foto di Gialos, il porto di Symi, e delle sue coloratissime casette arrampicate in collina. Symi è forse l’isola del Dodecaneso più visitata, dopo Rodi, purtroppo però ci si limita spesso a passarci solo una giornata prendendo uno dei traghetti in partenza la mattina da Rodi e di rientro nel pomeriggio. Quando si è in Grecia, il tempo sembra non basti mai e quindi si cerca di concentrare il più possibile, a volte correndo da un posto all’altro senza goderseli fino in fondo.

symi8

Dopo diversi anni, ho deciso di tornare a Symi e stavolta le ho dedicato più tempo. Fidatevi, non avrei potuto fare scelta migliore: Symi merita questo e molto di più!

Arrivando a Symi si rimane stupiti della bellezza del suo porto, dell’insieme di colori che conquistano subito lo sguardo. Vogliamo però parlare della possibilità di godersi tutto questo in silenzio, la mattina presto, prima dell’arrivo delle prime imbarcazioni di escursionisti di giornata? O di cenare nel porto godendo di una meravigliosa vista mare in tranquillità, senza la folla che riesce quasi a stravolgerla durante le ore centrali della giornata? Il porto di Gialos al risveglio è una meraviglia, lo stesso la sera al tramonto quando ormai sull’isola c’è solo chi intende fermarsi per la notte.

Se la vista dal porto verso l’alto è meravigliosa, provate ad immaginare com’è quella dall’alto verso il mare, con un panorama mozzafiato… una passeggiata in salita verso il castello di Ano Symi è non sono d’obbligo ma anche un modo meraviglioso di addentrarsi nella storia e nella bellezza a tratti selvaggia e meno turistica di Symi. Sulla strada per il castello troverete un paio di kafeneia tradizionali molto accoglienti e delle taverne tradizionali frequentatissime dagli abitanti del posto. Passerete davanti alle coloratissime casette degli abitanti di Symi sbirciando per comprendere meglio la loro quotidianità, incontrerete dei bambini che corrono liberi tra i vicoli stretti che portano al castello e chi vi accompagneranno volentieri per un po’, incuriositi e con un sorriso immenso.

Il mare di Symi è tra i più belli del Dodecaneso, la particolarità però è quella che le spiagge (a parte quella piccolissima appena fuori il porto di Gialos e quella di Pedi) non sono raggiungibili in auto e/o via terra. Ecco quindi che negli anni si è sviluppato un ottimo servizio di water-taxi, con orari prestabiliti che vi permettono di visitare almeno un paio di spiagge nell’arco di una giornata. Gli orari li trovate scritti al porto.

Sosta della Poseidon e bagno alla Seal Cave

Un modo bellissimo per visitare e godersi l’isola è imbarcandosi sul mitico Poseidon, il caicco del capitan Yiannis che da oltre 20 anni organizza escursioni giornaliere con 5 soste per fare il bagno e la sosta in spiaggia sull’isolotto di Seskli per un ricco pranzo a buffet con barbecue (tantissimi piatti anche per vegetariani), preparato quotidianamente e curato nei minimi dettagli dall’equipaggio. Passare un giorno sul Poseidon è un’esperienza indimenticabile e dopo averla vissuta ho capito come mai vi sono tantissime persone che non solo hanno scelto Symi come unica meta delle loro vacanze greche (e ci tornano ogni anno, alcuni da oltre da 20 anni!) ma che, durante la stessa vacanza, si imbarcano sul Poseidon almeno 3-4 volte. Il perché mi è stato spiegato e soprattutto mostrato dal mitico Yiannis che ogni giorno della settimana cambia una delle spiagge dove si ferma, proprio per far conoscere ancora di più la sua meravigliosa Symi a chi in barca con lui c’è già stato. Una volta a settimana è prevista anche la sosta per la visita del monastero di Panormitis. L’escursione dura una giornata intera (dalle 10.30 alle 17.00 circa) e quindi è necessario pernottare sull’isola sia la sera prima che quella successiva alla giornata dell’escursione. Sul sito https://symiexcursions.com/escursioni/giro-dellisola/?lang=it o sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/PoseidonSymiGreece/ trovare tutte le informazioni relative all’escursione. La gita in barca intorno a Symi non va vista come un’alternativa ai water-taxi, ma come un modo per vivere una giornata piena di esperienze meravigliose e che vi permetterà di conoscere l’isola in un modo diverso, visitando delle spiagge bellissime (arrivandoci dal mare) e facendo il bagno in posti indimenticabili.

Come arrivare a Symi:

  • In traghetto, da Rodi (50 min circa). Per chi abbina Symi a Kastellorizo vi è la possibilità di proseguire con lo stesso traghetto della BlueStar Ferries che da Kastellorizo fa una breve tappa a Rodi e poi prosegue per Symi e altre isole del Dodecaneso. Per sapere di più su Kastellorizo, vi invito a leggere il mio articolo qui.

Dove dormire:

  • Per il soggiorno a Symi potete scegliere tra una serie di studios e piccoli hotel nella zona del porto di Gialos o le pochissime strutture vicino alla spiaggia di Pedi. Durante il periodo di alta stagione, la disponibilità è comunque limitata quindi si consiglia sempre di prenotare in anticipo. La sera, la vita a Symi si svolge nei pressi del porto di Gialos, con una piccola estensione verso le zone di Eboreios e Sikidi dove troverete una concentrazione di taverne e negozietti di souvenir sul lungomare.
  • Per chi vuole evitare l’affollamento del centro di Gialos senza però allontanarsi troppo dal porto, un’ottima soluzione è Marea Studios sito a pochi minuti a piedi in salita dal nuovo porto di Symi. Sono degli studios molto spaziosi e curati nei minimi dettagli, con angolo cottura e una meravigliosa vista sul porto al tramonto.

Dove mangiare:

  • A pochi passi dal porto vecchio, verso l’interno, troverete la taverna O Meraklis che ho avuto modo di scoprire grazie al prezioso consiglio di una coppia di viaggiatori italo-britannica conosciuta a Kastellorizo. Seguendo il loro consiglio, ho avuto l’occasione di assaggiare dei piatti squisiti e preparati con cura, in un ambiente famigliare. Chiacchierando poi con il personale e con i titolari, ho scoperto che l’anima di “O Μερακλής” sono Anna e Sotyris che gestiscono questa taverna famigliare da oltre 35 anni, con grande impegno e attenzione ai dettagli e alla qualità. Una loro grande sfida è quella di utilizzare, ove possibile, solo prodotti dell’isola di Symi. La qualità e la professionalità sono state più volte premiate, l’ultima in ordine di arrivo essendo la prestigiosa certificazione Aegean Cuisine! I piatti nelle foto: i famosissimi gamberetti fritti di Symi (piatto tipico dell’isola), una fantastica insalata marouli con pomodorini, pinoli, melagrana e scaglie di formaggio duro, condita con accetto balsamico, spaghetti di mare e bruschette all’aglio preparare con la ricetta greca. Per chi invece vuole approfondire sulla certificazione Aegean Cuisine, questo è il link con tutte le informazioni in inglese http://www.aegeancuisine.gr/portal/index.php?lang=en.
  • Se invece preferite allontanarvi un bel po’ dal centro e godere di una bella vista sul porto, una buona idea potrebbe essere prenotare un tavolo al Tholos Restaurant all’estremità del porto verso Sikidi. Ottimi piatti di pesce, vista meravigliosa sul porto, la prenotazione è però obbligatoria.

OneWayTicketToGreece ha visitato Kastellorizo a fine giugno 2018.

Se vi è piaciuto il post, condividetelo e continuate a seguirmi anche su Facebook o Instagram #onewaytickettogreece!

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...