Donoussa, un’oasi di pace sospesa nel tempo

Stamattina ho lasciato Donoussa a bordo della storica nave delle Cicladi chiamata Express Skopelitis e che in 65 minuti minuti circa mi porterà a Koufonissi… sono da poco passate le 8.00 di mattina e oggi, sabato, al porto c’era già grande movimento, tra i turisti in partenza e la gente del posto pronta ad accogliere nuovi ospiti o semplicemente a bere un caffé in compagnia, a salutarsi e aggiornarsi sulle novità… difficile poter esprimere quello che provo: c’è un po’ di tristezza dovuta alla necessità di abbandonare questa oasi di pace che mai avrei pensato mi potesse restare così tanto nel cuore… poi c’è un forte sentimento di gratitudine verso la vita e verso il lavoro che faccio e che mi permette a volte di “portarmelo dietro” e quindi scegliere dove e quando viaggiare, preferibilmente non nel periodo di altissima affluenza turistica… d’altra parte c’è comunque tanto entusiasmo perché fra pochi minuti la mia nave attraccherà a Koufonissi e per chi conosce almeno un po’ la Grecia, non devo aggiungere altro…

donoussa map

skopelitis
Parliamo però di Donoussa e di quello che la rende così speciale e meravigliosa tanto da essere diventata la meta del cuore di tantissime persone che anno dopo anno ci ritornano e che qualora non potessero sempre farlo, sognano di essere comunque li.
È una piccola isola a 1h15min circa da Naxos e fa parte della così detta area delle Piccole Cicladi… appena arrivati al porto (praticamente i collegamenti, esclusivamente via mare dal Pireo, da Paros, Naxos, Amorgos o Astypalea, permettono di arrivare soprattutto a notte fonda o la mattina molto presto con la Bluestar Ferries o in altri orari della giornata con l’Express Skopelitis) è impossibile non restare a bocca aperta davanti alla bellezza tipicamente cicladica dell’insediamento di Stavros (chiamato dai locali anche Kavos), capoluogo nonché porto dell’isola. Impossibile poi non farsi stupire dalla spiaggia di sabbia fine e dall’acqua incredibilmente cristallina, considerando che si tratta della spiaggia del villaggio/porto principale.

A Donoussa si arriva in nave e una volta sull’isola, ci si muove a piedi o con i mezzi locali… raramente qualcuno pensa di portarsi l’auto o il motorino perché in fondo diventerebbe una spesa quasi inutile, inoltre sull’isola non c’è alcun benzinaio e neache la possibilità di nolleggiare auto o motorini; chi viene qui ama il contatto con la natura, la semplicità di un’isola piccola e a misura d’uomo e non ha problemi a dover fare due passi in più… dai primi di giugno fino a fine settembre sull’isola è operativo un minibus di linea che collega i principali centri abitati e le spiagge con il porto. A Donoussa, i mesi di maggio e l’inizio di giugno, quando io ho avuto la fortuna di visitarla, sono segnati soprattutto dal ritorno di chi quest’isola la porta nel cuore da tanti anni e che, impegni lavorativi o di vita permettendo, ci torna ogni anno però in periodi diversi da quelli caratterizzati dall’afflusso turistico più importante… a maggio e giugno quindi vi sono piuttosto viaggiatori nordici (olandesi, tedeschi, svedesi), poi tanti francesi e relativamente pochi italiani. Tutti però sono pronti a camminare almeno un po’ per raggiungere le meravigliose spiagge di sabbia di quest’isola così piccola come dimensioni, ma grandissima come bellezza naturale e spirito di accoglienza. Una vacanza a Donoussa significa rinunciare al comfort delle spiagge attrezzate (qui spiagge attrezzate non ce ne sono), alla vita mondana o al farsi vedere a tutti i costi… tutto questo a favore di una vera e propria vacanza relax, su un’isola dove un numero sempre più alto di giovani greci ha scelto di fare ritorno e non soltanto per il periodo estivo.

kedros beach 2
Kedros Beach

sentieriLivadi Beachsentieri 2

Kedros, la spiaggia più vicina a Stavros, è una distesa di sabbia fine e con un mare blu mozzafiato… è facilmente raggiungibile ed è la preferita degli amanti della libertà di espressione più assoluta.
Partendo da Stavros a piedi, si possono seguire diversi itinerari per raggiungere le varie spiagge, tutti molto ben segnalati. Molto fattibile a maggio e giugno, forse un po’ meno nei mesi più caldi in quanto sprovvisti d’ombra o di alcuna possibilità di rifornimento con acqua. D’estate però c’è il minibus o il trasferimento via mare alle spiagge più frequentate.

Partendo da Stavros verso Mersini (una manciata di case bianche in stile cicladico, nonché il secondo centro abitato dell’isola come grandezza e che d’inverno conta non più di 15-20 persone, considerando che in tutto l’isola conta d’inverno al massimo 160 residenti, concentrati soprattutto a Stavros), seguendo i vari sentieri segnalati si possono raggiungere le bellissime spiagge di Kedros (10 min da Stavros), Vathi Limenaki (spiaggia di ghiaia, acqua stupenda a 55 min circa da Stavros), la spiaggia di Livadi (forse la seconda tra quelle più frequentate, anche grazie alla vicinanza a Mersini, da cui dista circa 15 min a piedi in discesa). Imperdibile almeno un pranzo a Mersini in una delle due taverne disponibili: la taverna Tzi-Tzi con una bellissima vista mare (la sig.Litsa vive sull’isola anche durante l’inverno e sarà felice di raccontarvi com’è la vita qui anche nei periodi di calma assoluta) o la taverna H Kori Tou Mixali con menu tradizionale.

tzi tzi MersiniSapounochoma Beachvathi limanaki beach
Per il rientro da Mersini c’è il minibus, vi sono diverse corse nell’arco della giornata… potete sempre tornare a piedi, seguendo la strada principale asfaltata e tutta in discesa, ci si impiega poco più di un’oretta e avrete modo di sbirciare anche a Messaria, un altro piccolo centro abitato con poche case distribuite lungo una strada principale.
Il secondo itinerario vi porterà da Stavros a Kalotaritissa, il terzo centro abitato dell’isola come grandezza e che d’inverno è abitato praticamente da una sola persona. Da Stavros ci arrivate anche a piedi (sono un po’ meno di 5km, l’itinerario dei sentieri dicono sia molto panoramico e apprezzatissimo da chi ama fare un po’ di movimento in vacanza). In alternativa, c’è sempre il minibus o una barchetta, la Donoussa Magissa che parte ogni giorno dal porto di Stavros fino a Kalotaritissa con varie soste alle spiagge di Kedros e Livadi. Gli orari di arrivo e partenza permettono di godersi una sosta abbondante a Kalotaritissa per fare il bagno in una delle 3 spiagge della zona (Tripiti, Sapounochoma o Messa Amos) e per il pranzo alla taverna Mitsos, (l’unica taverna della zona), con una spettacolare vista mare. L’imbarcazione Donoussa Magissa parte ogni giorno dal porto di Stavros (condizioni del mare permettendolo) e per averne conferma e verificare gli orari, è sempre meglio recarsi all’imbarco di Stavros la sera prima… Imperdibile la sosta alla Fokospilia, ovvero la Grotta delle Foche, dove mi è stato detto che all’inizio del mese di maggio alcuni esemplari di foca monaca vengono per partorire su un piccolo pezzo di terra all’interno della grotta…ci rimangono poi per pochissimi giorni insieme ai piccoli, poi ripartono. Durante la stagione turistica la barca si ferma per un breve bagno nella grotta, ottima occasione per ammirare i riflessi dell’acqua incredibilmente azzurra e il fondale dei corali color lilla.

minibus ktel a Donoussa
Minibus KTEL Donoussa

Kalotoritissakalotoritissa1fokospilia1Donoussa Magicadonoussa magissa 1

Donoussa è un’isola adatta a chi da una vacanza si aspetta prima di tutto il relax… qui il tempo scorre lentamente, a volte sembra vivere proprio fuori dal tempo… basta pensare alle stradine di Mersini dove ci si imbatte spesso in delle mamme chiocciola preoccupatissime a proteggere i loro pulcini, alla mancanza di spiagge allestite che riporta indietro al contatto con la natura e così via.

A Stavros vi sono tutti i servizi necessari (diverse taverne aperte la sera, un paio di kafeneia, un supermercato, un fruttivendolo, la chiesa principale del villaggio e poco distante un edificio che raccoglie diversi servizi pubblici tra cui le poste, il servizio medico, etc. Sempre qui c’è anche la scuola media e superiore.

Stavros centro 2
Stavros centro

Stavros centroabitazione a StavrosKafeneio Stavros sea view

scuola donoussa

Come arrivarci:

Dove dormire:

  • Gli alloggi si concentrano soprattutto nella zona di Stavros, sia per la presenza dei vari servizi commerciali (supermarket, kafeneia, taverne aperte la sera fino a tardi), sia per la praticità per quanto riguarda gli arrivi notturni/le partenze molto presto la mattina. C’è poca disponibilità di studios e affittacamere, per l’alta stagione (luglio/agosto) mi è stato riferito che le prenotazioni arrivano con molti mesi di anticipo… si consiglia quindi di prenotare con largo anticipo, considerando che si tratta di un’isola davvero piccola!

Io ho alloggiato a Stavros presso Makares Appartments, sono dei bellissimi studio costruiti di recente, in stile tipico del mar Egeo, molto spaziosi e con vista mare (anche al tramonto). Distano 100m dalla spiaggia di Stavros e 10 min a piedi dalla spiaggia di Kedros.

makares1makares2makares3makares4makares6

OneWayTicketToGreece ha visitato Donoussa a giugno 2019.

Se vi è piaciuto il post, condividetelo e continuate a seguirmi anche su Facebook o Instagram #onewaytickettogreece!

Una risposta a "Donoussa, un’oasi di pace sospesa nel tempo"

  1. What a lovely summary of the island. It was nice to meet you on the boat, enjoy your travels and I look forward to exploring more islands through your photos!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...